“Stiamo digrignando i denti. Adesso dobbiamo cominciare ad azzannare”

22-09-2020

pavanel Feralpisalò coppa italia

Si è da poco conclusa la conferenza stampa di mister Pavanel alla vigilia della prima uscita ufficiale dei Leoni del Garda: il match di Coppa Italia di domani contro il Pineto, alle 18.30.

Queste, le sue dichiarazioni:

"L’obiettivo è quello di vincere sempre, che sia campionato o coppa Italia. Domani scenderemo in campo con il fermo intento di passare il turno."

”Tommaso Morosini si presenta da solo. È sicuramente un valore aggiunto, siamo molto felici che abbia scelto noi. Ha voluto fortemente la nostra realtà e per noi è motivo di grande soddisfazione."

"Arriviamo carichi di entusiasmo e con molta curiosità. Voglio vedere i miei regazzi esprimere quello che hanno espresso nelle partite di pre campionato. Adesso, però, si comincia a fare sul serio. Vedremo come reagiremo con qualcosa in palio: per me è partita vera anche l'amichevole del Giovedì. Sarà così anche domani." 

"Non ci sono seconde linee, sono qui insieme al staff e valutiamo giorno per giorno. Sappiamo che dobbiamo giocare a distanza di tre giorni, quindi cercheremo di far ruotare i ragazzi per avere sempre il massimo dell'efficacia da parte di tutti. 

"Un test all'apparenza facile? Di facile, non conosco nulla. Non ho mai avuto di facile nella vita, tanto meno le partite, sono tutte da giocare. Diventano facili solo se tu le impatti in una determinata maniera. Ci vuole sempre rispetto verso qualsiasi avversario che si va ad incontrare. "

"Ho voglia che l'arbitro fischi l'inizio della partita perché sono ottimista e per me la sfida è tutto. Ma i protagonisti sono sempre i giocatori. Mi piace di essere l'idea di essere un progetto nuovo con dei ragazzi che sono lì che pendono dalle tue labbra per capire ogni piccolo segreto per arrivare in campo più pronti e motivati possibile: quindi mi auguro che l'arbitro fischi il prima possibile perché non potrò scendere in campo ma è come se dovessi farlo anche io. Stiamo digrignado i denti, adesso dobbiamo cominciare ad azzannare."

"Mi auguro che la situazione dello sciopero dei calciatori trovi un punto di equilibrio il prima possibile. Come sappiamo, è già stato un periodo molto particolare per tante cose e speriamo di tornare presto al calcio giocato."