Toscano: ''Ragazzi bravi, non era facile''. Legati: ''Dopo il Vicenza, il mister ci ha parlato da padre''

30-11--0001

#feralpisalò #prima squadra
toscano

SALÒ - Grande soddisfazione nel post-partita da parte di mister Toscano e dei giocatori intervenuti in sala stampa. Sono intervenuti il Presidente Giuseppe Pasini, mister Toscano e i calciatori Legati e Parodi, con quest'ultimo nel ruolo di matchwinner. 



PRESIDENTE GIUSEPPE PASINI

E' stata una bella vittoria che dà continuità al risultato. Vedo che la squadra si sta ritrovando. L'Albinoleffe ha dimostrato negli anni di essere una squadra tosta. Lo ha dimostrato anche oggi. Sono contento che abbia segnato Parodi, perché è uno che dà sempre tutto. Ferretti? E' in perfetta forma. 


DOMENICO TOSCANO

Era fondamentale continuare sulla striscia che avevamo iniziato nella settimana del Teramo. L'importante era riconfermare quanto di buono avevamo accesso. Questo deve essere lo spirito che ci deve accompagnare. Venire qui con una squadra che concede poco, ben organizzata e su un campo a cui ha dato fastidio a tutte le squadre è una vittoria che vale doppio. Vincere qua non è facile per nessuno. I ragazzi sono stati bravi. 

Tre attaccanti? Ci ho pensato perché era la partita ideale. Ho detto ai ragazzi che chi avrebbe vinto i duelli offensivi e difensivi avrebbe portato a casa la vittoria. Dietro sono stati impeccabili. Creare così tante occasioni con una squadra come l'Albinoleffe è difficile. Siamo stati bravi a rimanere in partita e con lo spirito giusto: questa deve essere la nostra sfida, ovvero mantenere questo approccio. Quello che mi è piaciuto di meno potevamo gestire la palla un po' meglio nei minuti finali. Ma se ne sono accorti anche i ragazzi, che si poteva far respirare un po' di più i difensori. 

Ferretti? Parlo poco dei singoli. Ma è chiaro che non lo scopro io. Con questo spirito oggi la squadra è in fiducia e in un periodo positivo. Riesce a portare gli episodi dalla sua parte con tenacia. E' chiaro che in questo contesto ci siano individualità e qualità importanti, ma se non c'è questo spirito non possono emergere. Guerra? Si sta avvicinando alla prima esultanza. Mi dispiace che non abbia segnato nelle occasioni questa sera ma come detto arriverà. Caracciolo? Spero non sia nulla di grave. Valuteremo nei prossimi giorni. Perderlo sarebbe un peccato. Parodi? Nella continuità di manovra deve crescere. Oggi lo è stato per novanta minuti e ha avuto la soddisfazione del gol. Devo elogiare anche Magnino, perché ha fatto un'altra partita impeccabile. E' stato aiutato dalla squadra e dai compagni di reparto. E' questo lo spirito che piace a me. Quando non c'è questo spirito, anche con 35 giocatori forti non porti le partite a casa. 


LUCA PARODI

L'azione del gol ogni tanto proviamo. Io so che Ferretti ha questo genere di colpi e queste situazioni. Lo ringrazio per l'assist che mi ha fatto. Abbiamo pagato che il campionato è slittato: ci stiamo rimboccando le maniche. Con umiltà e determinazione cerchiamo di andare avanti. Gol sbagliato col Catania? Poteva chiudere i conti. Ma è il passato. E' servito anche quello a prendere consapevolezza col fatto che posso arrivare davanti e creare qualche occasione. 

Ora dobbiamo avere determinazione. Se ce l'abbiamo il risultato verrà di conseguenza.

 

ELIA LEGATI

Magnino è un ragazzo che si applica al 100%. Nonostante la giovane età è molto matura. Sa ascoltare, ha chiesto consigli e li sa mettere in pratica. Sono contento per le sue ultime prestazioni. E' andata bene, abbiamo saputo soffrire nel momento in cui c'era da soffrire. Abbiamo affrontato una squadra collaudata, e lo abbiamo fatto da squadra che ci è mancato magari nelle prime giornate. E' un fattore imprescindibile se vogliamo fare qualcosa di importante. Abbiamo avuto un momento difficile: dopo il Vicenza il mister è stato molto bravo, ci ha parlato più da padre che da allenatore. La squadra ha recepito bene il messaggio e ha reagito già durante la settimana negli allenamenti. Le vittorie sono conseguenze di un modo di pensare di squadra. E' stato acceso qualcosa dentro di noi dopo quella partita brutta. Ci siamo confrontati con una persona di cui ci fidiamo.