L'abbraccio alla

06-06-2019

charity, chiara andreoli, caracciolo, beneficenza

SALO' - Il percorso charity inizia con il sorriso di Attilio, il papà di Chiara Andreoli. A cui è intitolata la Onlus omonima. E che ieri ha ricevuto l’abbraccio del capitano Andrea Caracciolo.

I leoni del Garda, infatti, hanno deciso di devolvere una somma di denaro - raccolta tra giocatori e staff verdeblù - all’associazione di Esine che, dal 2015, desidera dare voce alla combattiva anima di Chiara continuando a veicolare la sua energia in modo semplice e diretto, come avviene quando si agisce con il cuore in mano offrendo costanti e mirate cure palliative ad opera di medici competenti del settore supportando la realtà territoriale bresciana e raccogliere fondi per la Ricerca.

In questo modo, anche grazie al contributo dei Leoni del Garda, possono essere finanziati importanti progetti di ricerca e borse di studio, che verranno destinate a persone meritevoli in base ai titoli accademici conseguiti.