SETTORE GIOVANILE AL VIA TRA NOVITÀ, PROGETTI E SOCIALE

11-09-2019

settore giovanile conferenza

Si è svolta oggi nella sala stampa dello stadio “L. Turina” la conferenza di presentazione del settore giovanile Feralpisalò, alla quale sono intervenuti il responsabile Pietro Strada, il responsabile delle attività di base di Salò Fabio Norbis, il responsabile delle attività di base di Brescia Fabio Piantoni ed il responsabile dei progetti speciali Pietro Lodi.

Queste le loro dichiarazioni:

Pietro Strada: “L’anno scorso abbiamo dato continuità, siamo infatti l’unica squadra di serie C ad aver portato Berretti ed Under 17 ai quarti di finale. Abbiamo raggiunto risultati anche a livello personale per quanto riguarda alcuni dei nostri giocatori, come Hergheligiu, Bertoli e Tirelli che ora sono in prima squadra, così come Mister Zenoni.” 

“Si riparte con entusiasmo e voglia di migliorarsi, a cominciare dallo staff nel quale abbiamo inserito elementi importanti: Mauro Bertoni, allenatore della Berretti, ha rinunciato ad offerte importanti per continuare con noi. L’under 17, invece, è stata affidata a Stefano Preti, allenatore con grandi risultati alle spalle e per questo siamo conviti farà molto bene anche da noi.”

“Grande novità è rappresentata dall’inserimento del maestro della tecnica, identificato nella figura di Alex Pinardi, che seguirà i nostri giovani per colmare le lacune o, al contrario, migliorare le qualità già presenti nei ragazzi”

“La società ha deciso di dare importanza alla qualità anziché alla quantità, passando da oltre 500 atleti a circa 400. Numericamente questo ci conferma come uno dei settori giovanili migliori della provincia e siamo forse i più rappresentativi in serie C.”

“Dal punto di vista organizzativo, ci muoveremo su tre strutture: il centro sportivo Rigamonti di Brescia per quanto riguarda le attività agonistiche, dalla Berretti all’Under 14, il campo comunale della Badia per quanto riguarda le attività di base di Brescia e l’Under 13 ed infine il centro sportivo Amadei di Prevalle per quanto concerne il settore femminile.”

“L’ambizione è quella di formare i giocatori ma anche andare verso quelle che sono le aspettative della società, e in questo senso il lavoro prosegue molto bene.”

Fabio Norbis: “Le attività di base si svilupperanno su tutta la settimana. Grande novità è rappresentata dall’inserimento della figura del preparatore tecnico coordinativo, il quale sarà presente per ognuna delle nostre squadre per dare più qualità ed aiutare a crescere.”

“Prosegue il campionato provinciale, al quale aggiungeremo i test-match domenicali contro squadre professionistiche, per darci modo di capire il livello a cui siamo.”

Fabio Piantoni: “L’intera attività di base si svolgerà a campo comunale della Badia, con 5 squadre dall’Under 15 all’Under 8, e il fatto di poter gestire tutto in un'unica location è per noi un grosso vantaggio.”

“Vogliamo dare continuità al progetto già vincente lo scorso anno, compiendo delle migliorie quali l’inserimento di un professionista psicopedagogico per poter monitorare non solo il benessere fisico dei nostri giovani, bensì anche psicologico, di importanza primaria per un settore giovanile: facciamo calcio, ma l’aspetto educativo deve avere un ruolo centrale.”

“La volontà è quella di creare un clima di serenità e vogliamo che i nostri ragazzi al campo con il sorriso, senza pressioni: il benessere deve essere la prima cosa da perseguire.

Pietro Lodi: “Anche quest’anno replichiamo il progetto “senza di me che gioco è?”, che ha preso il via cinque anni fa per nostra iniziativa e siamo orgogliosi di essere stati menzionati dalla lega serie C come società che ha dato lo spunto a questo tipo di progetto, con l’intento di dare un servizio e una formazione a ragazzi che hanno voglia di vivere la passione del calcio e metterli in un contesto professionale e protetto. Benessere emozionale ed inclusione sociale sono le finalità che perseguiamo”.

“Con 22 tesserati, l’intento è quello di creare due squadre, una per la quinta categoria ed una per la sesta, che si alleneranno il mercoledì dalle 17 alle 19 al centro sportivo Rigamonti e giocheranno tutti i sabati, raggruppati con le altre squadre di Lombardia e Veneto, a Milano.”

“È inoltre in programma il progetto di formazione allenatori per coloro che non hanno il bando per poter partecipare al corso FIGC e saremo la prima squadra professionistica a dare il via a questa iniziativa; prosegue infine il progetto scuole, diversificato in base al target di destinazione: lavoreremo con i ragazzi delle medie da un lato e delle superiori dall’altro, portandoli anche a riflettere su tematiche importanti per la loro educazione, come quella della diversità.”