FARO GAMES dà il benvenuto a Bacchetti e Petrucci

07-09-2020

FARO GAMES dà il benvenuto a Bacchetti e Petrucci

Un benvenuto speciale per il difensore Loris Bacchetti e l’attaccante Andrea Petrucci:

oggi anche la loro presentazione ufficiale si è svolta "a domicilio" nell'azienda partner Faro Games, alla presenza dell'Amministratore Delegato verdeblù Marco Leali e di Roberto Marai, titolare di Faro Games, da oltre un decennio accanto ai gardesani. 

A Salò, dopo i saluti istituzionali, la visita al deposito dove il tempo si è fermato: juke box, flipper e splendidi macchine ludiche dagli anni ‘30. 

"Bacchetti e Petrucci sono due dei nuovi acquisti verdeblù tra i meno giovani - le parole di Marco Leali - per questo, in un contesto nuovo in cui abbiamo deciso di tornare a lavorare con più giovani, la loro esperienza sarà importantissima per amalgamare al meglio il gruppo. Contiamo molto sulle loro doti tecniche e umane. Ad entrambi il più caloroso benvenuto da parte di Feralpisalò". 

"Il rapporto con il club è speciale - ha detto Roberto Marai - sono legato ai verdeblù da molti anni e sono onorato di aver stretto questo legame speciale e di aver potuto vedere la squadra del mio territorio calcare grandi palcoscenici. Per questo non posso che ringraziare il presidente Giuseppe Pasini, che stimo molto e del quale spero di emulare il percorso sportivo con il club che ora dirigo. Una canzone che possa riassumere il mio rapporto con i verdeblù? Direi "mi sono innamorato di te di Luigi Tenco".


---


PRESENTAZIONE GRUPPO MARAI

Roberto Marai, titolare di Faro Games, ha ereditato tutto il bagaglio delle proprie conoscenze e la sua passione dal padre Giuseppe, uno dei primi operatori che puntò in maniera decisa a rivoluzionare il concetto del business dell’intrattenimento in Italia. Giuseppe si pose a partire dal 1960 come pioniere nel settore dell’amusement nazionale, noleggiando Jukebox, Babybox, Calciobalilla, Pesche e Flipper, e consolidando una realtà imprenditoriale che nell’arco degli anni ’70 si affermò in tutta provincia di Brescia e nelle limitrofe Mantova, Verona e Trento. 

La prematura scomparsa del padre nel 1977 vide la nascita del Roberto Marai imprenditore: Roberto passò alla guida dell’azienda, che nei decenni successivi vide uno sviluppo sempre più netto e importante. Impulso decisivo per la crescita dell’impresa fu l’acquisizione, nel 1990, della Consolini Luigi, concorrente di pari dimensioni, con il relativo portafoglio clienti. Si affermò così la realtà della Faro Games, che divenne la più importante del settore nell’intera provincia.

La lungimiranza di Roberto Marai lo portò a puntare in maniera decisa sul comparto dell’intrattenimento con possibilità di vincita. Dalla prima legge del 1995 che rese possibile la vincita di piccola oggettistica o gettoni rigiocabili, ai provvedimenti del 2004 che regolarizzarono finalmente il settore e videro l’introduzione delle AWP, macchine che potevano erogare vincite in denaro, Roberto Marai è stato attivo nel settore delle sale gioco con le prime società Gamecity, Playcity e Playpark. Da allora ad oggi il fenomeno delle sale ha avuto un’espansione sempre più considerevole, e Roberto Marai ne è stato protagonista indiscusso.

Ulteriore riconferma del carattere pionieristico distintivo del gruppo Marai, la Faro Games è stata la prima azienda in Italia ad introdurre l’operazione a premi nelle sale giochi, con le macchine denominate ticket redemption. Nel corso degli anni 2000, l’azienda fu protagonista di un’enorme crescita, con l’avvio dell’attività di importazione diretta per la commercializzazione di apparecchi da intrattenimento su tutto il territorio nazionale, per la quale nacque la Faro Games Com. Avendo intessuto saldi rapporti commerciali con i più prestigiosi brand produttori, Faro Games Com srl distribuisce in esclusiva su tutto territorio italiano l’eccellenza delle macchine di puro intrattenimento.

Il gruppo Marai si arricchì ulteriormente, rilevando inizialmente, nel 2005 il 50% di Marim srl, grazie a cui divenne produttore di mobili e schede di gioco per apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro, comma 6 A. Marim entrò a fare parte del gruppo per la totalità della propria quota nel 2018.

Nel giugno 2011 nacque Big Easy, uno dei più importanti e strutturati player nel settore del gioco legale italiano, che si occupa della progettazione e dell’allestimento di sale giochi dedicate a Videolotterie (VLT) e New Slot (AWP), dell’installazione e manutenzione di gaming machines, della formazione ed assistenza dei gestori nei propri locali. Oggi la realtà Big Easy conta oltre 60 sale distribuite in 10 regioni, nel Nord e Centro Italia.

Da accanito appassionato ed eminente esperto, oltre che tra i maggiori collezionisti italiani di pinball, juke-box e articoli dell’amusement retrò, Roberto Marai è riuscito ad incarnare tutta la sua passione per il vintage nella Clinica del Coin-Op, che in pochi anni è diventato il principale riferimento per il modernariato di macchine da intrattenimento d’altri tempi nazionale e internazionale. 

Ultima ma non meno importante area di sviluppo del Gruppo Marai, l’acquisizione di WTO, la Waste Trade Organization, che si occupa di consulenza e intermediazione per le aziende produttrici di rifiuti industriali, e dell’attività di intermediazione per lo smaltimento ed il recupero di rifiuti speciali e industriali.

Faro Games, Faro Games Com, Big Easy e Marim hanno tutte ottenuto la certificazione ISO 9001 del proprio sistema per la gestione della qualità, strumento operativo fondamentale per la sofddisfazione delle aspettative dei propri clienti. Il Gruppo Marai è, pertanto, sinonimo certificato di professionalità e qualità del servizio.

Il gruppo Marai è, dunque, una realtà enormemente varia e polivalente, strutturata e consolidata, ma non per questo priva di sempre maggiori ambizioni per crescere e fare crescere assieme a lei i propri settori di operatività.