Albinoleffe-Feralpisalò 0-1: le voci dei protagonisti!

16-05-2018

#feralpisalò #prima squadra
lorenzo staiti

BERGAMO - Grande gioia e soddisfazione al termine di Albinoleffe-Feralpisalò. Ecco le voci del post-partita tratte dalla sala stampa dello stadio "Atleti Azzurri d'Italia" di Bergamo. 


ALBINOLEFFE-FERALPISALÒ: LE INTERVISTE POST-PARTITA


PRESIDENTE GIUSEPPE PASINI

E' una grande gioia, perché andremo a giocarci altre due partite. Quella di stasera è stata una partita difficile, dove avevamo un solo risultato utile. Staiti ha fatto un bellissimo gol, tutti hanno giocato bene. Livieri ha fatto una grandissima parata. E' una bella soddisfazione e un altro risultato storico. Dobbiamo continuare a pensare partita per partita.  

Il morale è alto, la squadra c'è e si vede. C'è soddisfazione perché abbiamo giocato contro una squadra che aveva fatto molto bene nel finale di campionato. Da qui in avanti saranno importante tutti i ragazzi, anche chi ha giocato di meno. Si va in campo ogni tre giorni e serve l'aiuto di tutti. 

Tifosi? Li ringrazio, hanno fatto due pullman oggi che era martedì. Speriamo che siano in tanti anche domenica.  

MISTER DOMENICO TOSCANO

C'è tanta soddisfazione, come quella che c'era dopo il Pordenone. Continuerò a ripetermi: ringrazio questi ragazzi per il lavoro che stanno facendo. E' cambiato qualcosa nell'ultimo mese al di là di qualche risultato che poteva essere migliore nel finale di stagione regolare. Sto vedendo una crescita, dal punto di vista mentale e fisico, e anche dal punto di vista del sacrificio. Ciò va al di là del passaggio del turno, che è una cosa bellissima soprattutto per la Società. La squadra ha fatto bene, tranne forse negli ultimi 10 minuti in cui abbiamo perso troppe palle. Il rammarico è non averla chiusa con Guerra nel primo e Raffaello nel secondo tempo. Abbiamo giocato contro una squadra che ha fatto benissimo: ciò ci deve dare consapevolezza di quello che stiamo facendo. 

La squadra sta lavorando bene. C'è partecipazione e coinvolgimento da parte di tutti. La palla in porta non va per caso. Dietro c'è un'anima, che si costruisce giorno per giorno. I ragazzi stanno crescendo e devono continuare a crederci. Forse non era la squadra che poteva vincere il campionato direttamente ma nella gara secca questi ragazzi possono dare tante soddisfazioni. Sono orgoglioso di loro. Bisogna solo elogiarli. Livieri? Aveva bisogno di giocare. Ha delle qualità importanti e oggi le ha dimostrate.  

Sorteggio? Vedremo chi ci toccherà. Inseguiamo un sogno, perché questa squadra ha le qualità per inseguirlo. A patto che ci sia sempre questa coesione e la disponibilità. Sono convinto che questa squadra possa crescere ancora. La compattezza e la voglia di crederci che c'è stata è la cosa che mi è piaciuta di più.  

ALESSANDRO LIVIERI 

Per noi è stata una partita incredibile. Abbiamo vinto con grande sacrificio e passione, soprattutto negli ultimi minuti in cui ci hanno messo lì. Siamo stati bravi a portarla a casa. Ed è un grande successo. L'Albinoleffe è una squadra fisica, che ha combattuto sulle palle alte. Abbiamo fatto una grande gara. 

Sono tranquillo, anche non giocando è importante il lavoro che si fa durante l'anno. E in queste partite sta venendo fuori. Il morale è alto, siamo consapevoli della nostra forza e ce l'andremo a giocare con tutti.


LORENZO STAITI

Oltre alla gioia personale le sensazioni sono positive per come ottenuto questa vittoria. Gli attaccanti hanno corso più dei mediani. Speriamo di toglierci delle soddisfazioni anche nel prossimo turno. Questa squadra ha le qualità per andare avanti. Ora dobbiamo riposarci perché abbiamo avuto due partite dispendiose, però dobbiamo già guardare avanti e pensare alla prossima gara.

Gol? Nel primo tempo ho avuto spazio per inserirmi, anche se giocavo davanti alla difesa. Calciare da fuori mi piace e lo provo spesso. Sono contento più per la squadra, perché abbiamo dimostrato contro una squadra ostica che possiamo toglierci delle belle soddisfazioni. Siamo nella fase in cui si può sbagliare poco o niente. Sicuramente dà entusiasmo vincere fuori casa.

Dedica? Ce ne sono tante. Dalla mia compagna alla mia famiglia, quando segno però dedico i gol al mio nipotino Achille che non c'è più.