Guerra premiato dall'AIC. Tommasi: ''Premio meritato, Feralpisalò realtà importante''

10-12-2018

#feralpisalò
damiano tommasi

SALÒ - Visita a sorpresa in casa Feralpisalò. Oggi, allo stadio Lino Turina, era presente il presidente dell'Associazione Italiana Calciatori Damiano Tommasi, accompagnato dal direttore generale Gianni Grazioli e dal responsabile per la Lega Pro Paolo Bianchet. Il motivo? Come ogni anno l'AIC premia i capocannonieri dei principali campionati italiani. Oggi è toccato a Simone Guerra che ha concluso la passata stagione con 21 gol totali tra campionato e playoff. Un riconoscimento illustre che si aggiunge alla collezione del numero 17 verdeblu. Nell'occasione, a Simone Guerra è stata consegnata una targa e un libro che racchiude le immagini più belle dello suo personalissimo campionato. A Damiano Tommasi è stata consegnata invece una maglia verdeblu, numero 17, autografata dallo stesso Simone Guerra. 


"Quello dato a Simone Guerra - afferma Damiano Tommasi, presidente AIC - è un premio meritato. Ogni anno diamo questo riconoscimento ai capocannonieri di Serie A, Serie B, Serie C e Serie A femminile. E' l'occasione per celebrare un traguardo personale che alla fine è condiviso da tutta la squadra. E' la prima volta che vengo a Salò. Fa piacere essere qui. La Feralpisalò sta facendo cose in un certo modo ed è riconosciuto da tutto l'ambiente. L'auspicio è che questo tipo di realtà diventi sempre più diffuso: lungimiranza, solidità, concretezza e voglia di fare calcio non è comune ma è come detto l'auspicio. Quando sta bene il movimento, stanno bene i calciatori, sta bene il pubblico e si possano vedere delle belle partite di calcio".