Berretti, domani via ai playoff: in campo contro il Monza

20-04-2018

#feralpisalò #berretti #settore giovanile
berretti feralpisalo

SALÒ - Vigilia di gara per la formazione Berretti che domani inizierà il suo cammino nella fase playoff. Dopo aver vinto il girone B, piazzandosi davanti a tutte le squadre di Serie C e dietro alla sola Inter che non compete per la fase finale, la Feralpisalò di mister Zenoni vuole migliorare quanto di buono già fatto fin qui e soprattutto riuscire a posizionarsi tra le migliori otto squadre dell'annata 2017-18. Non sarà facile: passano le prime e le due migliori seconde. Obbligatorio fare punti nelle quattro partite da giocare. Possibilmente già da domani, quando i baby Leoni del Garda scenderanno in campo (ore 15.00 al C.S. Mario Rigamonti di Buffalora) contro il Monza di Cristian Zenoni. Uno scontro in famiglia a dare il via a questa seconda fase, quella più importante. 

In vista dell'imminente inizio dei playoff abbiamo intervistato mister Damiano Zenoni. 


Mister, come avete preparato questa gara. 

La preparazione non è stata diversa dalle altre gare di campionato. C'è stata la giusta attenzione, ma non abbiamo cambiato nulla. Sicuramente conterà di più. Vogliamo partire col piede giusto.

Inizia una fase diversa. Vedi maggiore motivazione da parte dei ragazzi?

Sicuramente c'è la voglia di misurarsi e vedere se siamo all'altezza. La prima parte del campionato è finita, ma vogliamo continuare il cammino. Dobbiamo rimetterci alla prova, per vedere se valiamo quanto abbiamo dimostrato nella stagione regolare. Ora siamo alla fase finale: è una cosa bella per i ragazzi, che avranno la possibilità di misurarsi anche contro squadre che non erano nel nostro girone. Dopo aver raggiunto il primo traguardo, sta a noi cercare di migliorarci. 

E poi c'è lo scontro tutto in famiglia. L'anno scorso sei stato un po' sfortunato.

Nei confronti diretti ha vinto lui, ma noi siamo andati alle finali. Sicuramente la partita conta di più dell'anno scorso. E anche in questo caso conta chi passa il turno. 

Quattro partite sono un mini campionato. Si ragiona partita per partita, senza calcoli...

Assolutamente. E' giusto giocare partita per partita. Ci sono a disposizione 12 punti: chi ne fa di più passa. Bisogna vincere il più possibile: è giusto che sia così, senza guardare quello che fanno gli altri.